APPELLO OPPURE No.....!!

Inviata da BEPPE. 15 mar 2017 Diritto processuale

Buongiorno vorrei sapere cosa devo fare o meglio cosa fareste voi al mio posto : Mio Padre e venuto a mancare nell' Agosto del 2012 premetto che si è risposato nel 2009 dopo una convivenza di circa 25 anni tra rientri a casa ,,,per poi ritornare nuovamente insieme ...anche perché questa persona a minacciato più volte di togliersi la vita....arrivando a farlo e si salvo ...perché lo disse prima di farlo avvisando il miglior amico di mio Padre che ovviamente si precipitò...e quindi il rapporto continuò e anche la convivenza probabilmente lo segno a vita portandosi con sé la croce che lui stesso si era cercato ...lasciando così una Moglie e 4 figli adolescenti.... quindi fummo già in passato derubati di un papà e mia Madre di un Marito vi lascio immaginare come possa essere stata la nostra vita essendo famiglia di Operai...cercando di arancare fino ai giorni nostri....Dopo la Morte di mio padre giusto per essere in regola portai mia Madre ad un CAF per sapere riguardo alla reversibilità.....cosa fare l'incaricato dopo aver chiesto documento a mia Madre entrò nel data base INPS di mio padre e ci disse che dovevamo rivolgerci ad un Avvocato ..e che era la prassi.. e che comunque secondo lui non ne valeva la pena perché se sua madre percepisce già la pensione sociale ad una richiesta del genere la reversibilità divisa per 2 ( la Moglie attuale più la ex che ne avrebbe avuto tutto il diritto essendo che sul documento del divorzio risultava che mio Padre gli passava 150 euro )..ma l'incaricato ci disse che non ne valeva la pena allora ...visto che era la prassi e che noi avremmo dovuto contattare un Professionista oltretutto pagandolo abbiamo detto IO e mia Madre aspettiamo.... che ci chiami la controparte visto che è la prassi.....aspetta e aspetta i mesi passavano ...allora mi sono rivolto allo stesso Avvocato che si era occupato della separazione spiegandoli la vicenda e mi disse che certo ci spettava visto la finestrella rispose che ho lasciato aperta del versamento che suo padre faceva di 150 euro...anzi le dirò di più ci dovranno dare anche tutti gli arretrati.....quindi le chiedo di procedere e come funziona guardi Io adesso devo aprire la pratica spedire un a lettera ecc..ecc...quanto mi costerà le chiedo non più di 1000 euro mi da un'acconto di 500 mi rispose il resto alla data del processo premetto che non mi rilasciò nessuna ricevuta...e regolare...non so essendo il 1 Legale che mi sono rivolto in vita mia ...non so andiamo avanti dopo svariati mesi e dopo averci chiesto tutta la documentazione dei figli oltre a quella di mia Madre che fu la prima che chiese ...ma in un 2 tempo ci richiese anche la nostra ...vai a capire all'inizio sembrava molto lucida ma man mano che i mesi passavano si percepiva che qualcosa non andava nel modo giusto ..finalmente dopo 5/6 MESI mi comunica la data del processo ...da SETTEMBRE che mi ero presentato dall'Avv.to dopo 1 anno dalla morte di mio padre ne erano passati già la metà ed ancora non avevamo raggiunto nulla sentendola all'inizio sembrava una passeggiata...una settimana prima del processo mi arriva una telefonata da parte di un Sig. di un gruppo prestiti dove mi chiedeva il saldo delle mancate rate del finanziamento di mio Padre dicendomi vi è piaciuta l'eredità adesso tocca a voi saldare la stessa telefonata l'ebbe anche una delle 3 sorelle che il numero di telefono l'aveva l'attuale Moglie di mio Padre...la cosa mi puzzava un po' sinceramente sembrava quasi fosse un'intimidazione... e quindi risposi a questo Sig. guardi che noi di eredità non abbiamo ricevuto nulla e tanto meno ci siamo occupati delle chiusure de conto corrente e per fortuna che non andammo quando ci fu chiesto....telefonai dell'accaduto all'Avv.to e mi sembrava scendere dal pero ...rispondendomi che per quella faccenda ne avremmo dovuto parlare dopo il processo e che se si fosse occupata lei del rifiuto dell'eredità avrei dovuto pagare un'altra parcella ....cosa che feci di Persona radunandoci tutti i figli con tanto di documenti alla mano ci recammo in tribunale e con qualche ora di attesa e compilando un modulo per poi consegnare pagando qualche euro che adesso non ricordo...la cifra ci sbrigammo da noi almeno questa faccenda il giorno del processo entro solo mia Madre un Donna di 73/74 anni con le varie patologie che ha nell'ignoranza ovviamente lei era nelle mani del suo legale che a quanto pare non apri bocca davanti al giudice ritornando indietro prima che entrassero in Aula Io chiesi all'Avv.to se sarei potuto entrare anche IO e mi disse che avrebbe chiesto al Giudice l'Avv,to fu l'ultimo ad entrare mi guardo prima di chiudere la porta e scosse la testa in cenno di no .....non aveva neanche chiesto...premetto che un'ora prima dell'udienza ci fece passare prima nel suo ufficio per leggere la sentenza che avrebbe portato in aula e se ci fosse stato qualcosa che non andava vedeva di trascriverla ....Io mi dovetti mettere a leggere davanti a mia Madre e l'Avv.to lì davanti con vocaboli dove ci sarebbe voluto un altro professionista che mi spiegasse ...ma mi sentivo osservato ed ansioso come se il tempo mi sfuggisse di mano quindi e stata letta in parte mi ricordo che diceva che noi rinunciavamo agli arretrati antieccedenti ecc..ecc..il perché ci rispose che altrimenti INPS non avrebbe riconosciuto la cifra da integrare alla pensione e che la controparte avrebbe dovuto rendere tutti i soldi percepiti dall'inizio quindi per agevolare e per far sì che ci venisse riconosciuto quei 150 euro della rimanente REVERSIBILITA CHE ERA DI 760 EURO CHE LA SIG,ra l'attuale Moglie percepiva già dopo il decesso senza che nessuno interpellasse LA EX MOGLIE come quel SIG. del CAF ci disse che è la Prassi dove i Legali di entrambi si contatteranno per poi procedere ...ma come se non andavo IO dal LEGALE ancora oggi mi chiedo come abbia fatto a richiedere la reversibilità.... ed a ottenerla si pur essendo la Moglie d'accordo ma c'è anche la EX E I FIGLI CHE SONO 4 e se tra questi ci fosse stato un invalido che a quanto pare per percepire una parte di reversibilità debba esserlo al 100 per cento PERCHE mia sorella c'è ma mi sembra lo sia al 20 credo... COMUNQUE come mai il GIUDICE dico IO non si sia occupato di chiedere queste cose e di valutare anche se la reversibilità invece spettava più a Mia Madre forse che all'altra visto che il Matrimonio dalla data al decesso sono trascorsi 3 anni grosso modo fatto sta che Mia Madre a firmato visto che L'avv.to in Aula era come se non ci fosse a detto mia Mamma dando il consenso che era scritto su quel foglio dove diceva che lei avrebbe percepito il 20 per cento della reversibilità e che sarebbe andato OVVIAMENTE a sommarsi alla cifra che percepiva e che L'Avv.to conosceva avendoci chiesto tutta la documentazione uscendo dall'Aula mi disse che era meglio così perché altrimenti le cose sarebbero andate per le lunghe ecc...ecc.. e che quei soldi nessuno poteva sottrarli fatto sta arrivando ai giorni nostri ...che INPS a riportato la cifra anzi ancora meno di quando noi ci eravamo rivolti all'Avv.to sottraendo dalla cifra il 20 per cento e comunicandoci via lettera il rimborso avendo noi percepito una somma maggiore nel 2014 che è pari alla cifra che mia Madre aveva percepito del 20 per cento di reversibilità perché risulta un" """reddito "e quindi viene defalcato .....ma come e possibile ....forse il Professionista non sapeva che se si percepisce una pensione sociale se il motivo e questo mi chiedo a cosa sia servito rivolgerci ad un Avv.to per spendere soldi per il Processo ,soldi per la rinuncia all'Eredità che avrei potuto evitare di fare ...poi mi sfugge ancora qualcos'altro ...per non dire il tempo per arrivare a prendere meno della cifra ...e parlo della pensione sociale che mia Madre prendeva perché viene visto come.... reddito.... quindi alla fine e stata sottratta alla Moglie attuale e a beneficio di chi a conti fatti dato che non avevamo ancora ricevuto gli arretrati e sono arrivati in questi giorni sono giusti giusti a quelli che dovrò rendere a conti fatti noi ci abbiamo rimesso so che è molto lunga e anche io mi sono stufato nello scrivere spero di essere stato abbastanza chiaro ...giusto per capire se ne vale la pena chiedere un APPELLO oppure no nell'attesa di un v.to gentile riscontro porgo i più cordiali saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Beppe,
per valutare l'opportunità di promuovere un giudizio di appello è opportuno analizzare la sentenza e gli atti processuali del primo grado, anche al fine di valutare eventuali motivi processuali e non di merito.
Rimanendo a disposizione, invio cordiali saluti.
avv. Marlisa Blardi

AVV. MARLISA BLARDI Avvocato a Bologna

155 Risposte

67 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Avvocati specializzati in Diritto processuale

Vedere più avvocati specializzati in Diritto processuale

QANDA_other_questions_related_ttl

Esponi il tuo caso ai nostri avvocati

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento legale in 48h.

50 QANDA_form_question_details_hint

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. QANDA_form_public_description2_lbl

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

QANDA_form_send_feedback_ttl

QANDA_form_send_feedback_lbl

QANDA_form_question_already_exists_ttl

QANDA_form_question_already_exists_txt

avvocati 8950

avvocati

domande 14700

domande

Risposte 44350

Risposte