Si può richiedere il rinnovo del Permesso di soggiorno scaduto da 4 mesi?

Inviata da Mireya Cárdenas. 6 ott 2016 1 Risposta

Salve a tutti e grazie mille in anticipo del vostro aiuto nel fornirmi dell’informazioni che riguardano questo particolare mio caso:

- Nel 2014 ho portato in Italia mio marito per ricongiungimentofamigliare. Anche se il mio permesso di soggiorno è di lunga durata, tuttavia il questore di Venezia (dove risiedevamo nel 2014) a lui ha rilasciato un PDS della durata di 2 anni e non di lunga durata come il mio.
- In quel momento Lui aveva anche firmato l’accordo di integrazione come richiede la legge il quale aveva la durata di due anni.
- Sono passati 7 mesi dal suo arrivo in Italia quando purtroppo entrambi siamo dovuti partire per il nostro paese per gravi motivi famigliari dei mie parenti. In quel momento abbiamo anche spostato la nostra residenza all’estero.
- Una volta arrivati in nel nostro paese, abbiamo realizzato che saremmo dovuti fermarci per un lungo periodo, così lui ha accolto una opportunitàdi fare un master di II livello riguardante la sua carriera.
- Quando stavamo per compiere l’anno di essere andati via dall’Italia, Io sono rientrata qui (a Febbraio 2016) alla fine di rispettare la legge e non rimanere fuori dal territorio per più di un anno, e quindi conservare il mio PDS di lunga durata.
- Mio marito invece però non è potuto rientrare con me a Febbraio 2016 per motivi del master che stava facendo in quel momento.
- Da un'altra abbiamo anche il fatto che a lui scadeva il PDS il 11 giugno di 2016 ed in quel momento era ancora in nel nostro paese, sempre perché stava finendo la sua tesi di master ed ormai doveva concluderla.
- Io ho deciso di ritornare in Italia perché comunque Io ho la mia vita qua da molti anni e anche per portare avanti la mia carriere (sono un Dottore Magistrale in Microbiologia e Ph.D in Biotecnologia e mio marito è un Ingegnere specializzato nel Financial Risk Management).
- La criticità ora sta nel come fare a che mio marito possa tornare anche Lui e mettere a posto la sua situazione, ammesso che questo sia ancora possibile e tenendo conto di che:
1. il suo PDS era della durata di 2 anni per motivi famigliari;
2. Lui invece è rimasto fuori dell’Italia per più di 12 mesi consecutivi (noi siamo andati via il 11 di febbraio di 2015, quindi avrebbe dovuto fare anche lui come me, rientro a Febbraio di 2016)
3.Il suo PDS è scaduto dal 11 Giugno di 2016.
4. Le due situazioni anteriori sono successe più che altro per via del master di II livello che ha avuto l’opportunità di fare, nonché per certe incertezze nell'ambito umano (ma quelle mi sa che davanti alla legge non contano).
- Pochi giorni fa sono andata ad un ufficio immigrazione di un commissariato di Polizia qua vicino, a chiedere che possibilità c’èrano di risolvere la nostra situazione e mi hanno detto quanto segue: Essendo che ormai i Colombiani non hanno bisogno di avere il visto per venire in Italia, di farle un invito per farlo entrare come “turista” ed una volta qua, richieda il rinnovo del PDS facendo ricorso al fatto di che il suo ritardo nel richiedere il rinnovo è dovuto ai suoi studi in Colombia, cosa che tra l’altro è verissimo ed infatti abbiamo tutta la documentazione ufficiale che l’attesta.
- Ora; nonostante quello che mi hanno detto lì, ho delle perplessità che mi rimangono e che riguardano i seguenti fatti:
1. Quando lui farà i controlli in aeroporto dove fa lo scalo Europeo, deve esibire il suo PDS scaduto da 4 mesi? Penso meglio di no vero?. Deve dire che comunque viene in “vacanza” a trovare la moglie che è in Italia? Oppure saltare questo particolare e dire semplicemente che viene a fare un periodo di vacanze?NB. Ovviamente abbiamo ormai tutti i requisiti burocratici ed economici che sono di legge per entrare in un paese UE.
2. Una volta arrivato in Italia andremmo a fare come ci hanno detto in commissariato di polizia, la richiesta di rinnovo integrando tutta la documentazione ufficiale attestante dei suoi studi in Colombia. Ma accetteranno questa come la ragione di questo ritardo?
3. Cosa succede coll’accordo d’integrazione che lui ha lasciato in sospeso quando abbiamo lasciato l’Italia e che anche questo è ormai scaduto il 16 di Luglio 2016?. Da quanto ne so, questo accordo si può prorogare per 1 altro anno, ma purtroppo anche al suo scadere mio marito era sempre in Colombia. Ci sarà un altro problema con questo?
4. Nel caso la legge rifiuti di concederle il rinnovo, Lui potrebbe essere obbligato a lasciare L’Italia/UE?
5. Se questo succedesse e la nostra famiglia composta da Lui e da me fosse separata, dovrei rifare tutto da capo con un nuovo nulla osta per avere un secondo ricongiungimento famigliare?
6. Oppure possiamo chiedere una coesione famigliare prima che scadano i tre mesi che la legge prevede per chi entra qua per motivi di turismo?
Ringrazio tanto in anticipo a voi esperti per prendere il tempo di conoscere la nostra situazione e darci dell’informazioni che possano in qualche maniera chiarire il panorama incerto a cui ci stiamo addentrando.
Cordiali saluti.

1 Risposta

  • Miglior risposta

    Buongiorno Dottoressa,
    la situazione non è facile da risolvere nella pratica , per le inevitabili variabili umane che si possono trovare. Credo che il suggerimento che Le ha dato il poliziotto possa essere valido . Senza necessità di visto, con la moglie in Italia, Suo marito potrà viaggiare senza problemi esibendo il passaporto. Poi chiaramente una volta in Italia dovrà provvedere a domandare immediatamente il rinnovo del permesso di soggiorno scaduto . Il fatto del ritardo non è automaticamente ostativo alla domanda di rinnovo del p.s. .
    Suo marito potrà provare documentalmente la ragione del ritardo.
    In ogni caso , per Sua maggior chiarezza , potrà contattarmi tramite lo stesso sito di Studilegali
    A Sua disposizione
    Cordialità
    Antonio Cesarini

    Pubblicato il 07 Ottobre 2016

    Logo Avv. Antonio Cesarini

    532 Risposte

    132 Valutazioni positive

Spiega il tuo caso ai nostri avvocati

Qual è la tua domanda? Avvocati esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come vuoi inviare la tua domanda?
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli avvocati della tua zona
    Per selezionare gli avvocati più adatti
    • 7700 Avvocati a tua disposizione
    • 6600 Domande inviate
    • 22500 Risposte inviate

    Domande simili: Vedi tutte le domande