Antitrust: cos'è e a cosa serve

In Italia, l'Autorità garante della concorrenza e del mercato è stata fondata nel 1990.

10 FEB 2016 · Tempo di lettura: min.
Antitrust: cos'è e a cosa serve

L'Antitrust è indispensabile per garantire la tutela del libero mercato. Quali sono i compiti principali dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato?

Cosa s'intende per Antitrust?

Generalmente, con il termine Antitrust si indica l'autorità indipendente che si occupa di difendere il diritto di concorrenza e i diritti dei consumatori. In Italia, questa istituzione viene denominata Autorità garante della concorrenza e del mercato. Con il termine Antitrust, inoltre, s'intendono anche tutte quelle norme che hanno l'obiettivo di garantire la libera concorrenza fra le imprese e di difendere i consumatori da eventuali comportamenti scorretti delle aziende.

In Italia, l'Antitrust viene fondata nel 1990 e ha diversi compiti, da quello di vigilare il rispetto della concorrenza fra le imprese a quello di perseguire le pubblicità ingannevoli. Per segnalare comportamenti scorretti all'Antitrust è possibile chiamare il numero verde, inviare un fax o una mail, o scrivere via posta all'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

L'Antitrust nacque nel 1890 negli USA. Solo in seguito si sviluppò in Europa, per garantire un mercato comune libero all'interno della CEE. In Italia, invece, è la legge n. 287 del 10 ottobre 1990 a creare l'Autorità del Garante per la concorrenza e il mercato.

I compiti dell'Antitrust

L'Antitrust è un'organo indipendente per evitare che altri poteri possano interferire con il lavoro dell'Agenzia. Il compito principale dell'Antitrust è la tutela del libero mercato, vigilando sul diritto alla competenza e sui diritti dei consumatori, direttamente o tramite segnalazioni. Una volta verificati comportamenti scorretti, l'Agenzia può decidere di applicare sanzioni economiche.

Per quanto riguarda il diritto alla concorrenza, l'Antitrust deve garantire che le imprese non facciano tra loro accordi economici illegali: è il caso, ad esempio, del cosiddetto "cartello". Questo genere di azioni illegali, non solo danneggia le altre imprese ma anche i consumatori, attraverso servizi e/o costi inadeguati.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in antitrust.

avvocati
Linkedin
Scritto da

StudiLegali.com

Lascia un commento
4 Commenti
  • Sansone Salvatore

    Buongiorno, a chi bisogna denunciare il fatto che ora la WIND , quando fai la ricarica al telefonino, sula ricarica da 5 euro si ruba un euro e sulla ricarica da 10 euro si ruba 2 euro? Praticamente la WIND ha attuato questa novità frega soldi : Carichi 5 euro ? Ti viene applicata la WIND SPECIAL ( IN AUTOMATICATO) Vengono accreditati 4 euro e uno decurtato perché si attiva GIGA E MINUTI ILLIMITATI per 24 ore. NON E' DISATTIVABILE. Poi se carchi dieci? Ti vengono accreditato 8 euro e decurtati due . Sempre perché si attiva Wind Special PER 24 ORE Giga e Minuti Illimitati. Praticamente per non farsi rubare i soldi bisogna caricare per forza di cose 15 euro. Ma vi pare normale ? Non è una truffa?

  • Giuliano

    È possibile rifiutarsi di firmare il contratto con una finanziaria (AGOS)nonostante la mail di conferma del finanziameto ma con all'interno una polizza elevatissima, e chiedere una polizza più adeguata, o addirittura nessuna? Posso cmq devidere di recedere il contratto entro max 15 giorni? P.S. mi aspettano oggi alle 10 per firmare il contratto...

  • Giovanni Dollorenzo

    Gentile, mi chiamo Giovanni Dollorenzo, sono sordo, io scrivo per quando riguarda la compagnia Ryanair è uscito il nuovo regolamento bagaglio a mano, io frequento il viaggio con questa compagnia per la faccenda familiare, non trovo giusto il nuovo regolamento dal 1 Novembre ci ha obbligato di acquistare il biglietto prioritario per secondo bagaglio a mano (trolley) per evitare i tempi lunghi, secondo me si poteva aggiungere il secondo bagaglio a mano (trolley) gratuito senza priorità con banco di lasciare prima di entrare per la sicurezza, sinceramente io contesto molto forte per questa compagnia non ha rispettato il regolamento come si dovrebbe dare la possibilità ai clienti per la scelta possibilità gratuito. Grazie e saluti

  • Gino Gaier

    Non riesco a capire perchè l'Antitrust difende solo i consumatori e non anche le imprese italiane. Chissà perchè agli imprenditori non ci pensa mai nessuno. La concorrenza sleale proveniente dall'estero da parte di imprese che si spacciano per italiane ed hanno sedi solo all'estero, quindi non le può toccare nessuno. Nemmeno l'Antitrust. Me lo potete spiegare? Sapete, data l'età sono un pò tardo e certe modernità non le capisco. Solo che con certe enti non c'è da meravigliarsi se l'Italia è allo sfascio totale.

ultimi articoli su attualità