Voglio ritirare la denuncia

Inviata da Paolo. 18 set 2015 · 12 Risposte

Sono stato chiamato a deporre come teste per una denuncia che ho fatto l'anno scorso dai carabinieri per un acquisto online non andato a buon fine. Volevo sapere se posso ritirare la denuncia o sono costretto a presentarmi in tribunale.
Grazie mille per l'attenzione.

Argomenti simili

12 Risposte

  • Miglior risposta

    Ci sono reati che una volta denunziati vanno avanti d'ufficio, per i quali non è possibile ritirare la denunzia fatta.
    Altri invece sono perseguibili a querela di parte, la quale può decidere sempre di ritirarla.
    Attenzione che in questo ultimo caso il querelato deve "accettare" la remissione della querela, ovvero essere d'accordo che il querelante la ritiri.
    Ci faccia sapere esattamente per cosa si procede.
    Distinti Saluti

    Pubblicato il 22 Settembre 2015

    Logo Studio legale avv. Sergio Conti​

    34 Risposte

    38 voti positivi

Spiega il tuo caso ai nostri avvocati

Qual è la tua domanda? Avvocati esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come vuoi inviare la tua domanda?
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli avvocati della tua zona
    Per selezionare gli avvocati più adatti
    INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
    Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
    Finalità:
    a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
    b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
    c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
    d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
    e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
    Legittimità: Consenso dell’interessato.
    Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
    Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
    Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su studilegali.com/proteccion_datos
    • 8100 Avvocati a tua disposizione
    • 9500 Domande inviate
    • 29250 Risposte inviate
    • Dalla sua esposizione pare di capire che si tratta di una truffa, per cui Lei può ritirare la denuncia recandosi dai Carabinieri.
      Però ha un senso ritirare la denuncia se Lei avesse ricevuto la merce acquistata. Se non l'avesse ricevuta, aspetti a ritirare la denuncia: può ritirare la denuncia anche a processo iniziato. La persona denunciata sa che sarà citata a giudizio e che potrà essere condannata, per cui, per evitare la condanna, è facile che proponga un risarcimento.
      A Sua disposizione.
      Avv. Giovanni Randon

      Pubblicato il 07 Maggio 2018

      Logo Avv. Giovanni Randon

      162 Risposte

      18 voti positivi

    • La mancata comparizione del querelante deve essere ricondotta nella ipotesi di remissione tacita di querela, che, per produrre i propri effetti, deve essere accettata dal querelato.

      Pubblicato il 16 Novembre 2017

      Logo Avv. Giuseppe Vadalà

      7 Risposte

      11 voti positivi

    • Purtroppo, se è stato citato in qualità di testimone, dovrà presentarsi ugualmente all'udienza e ciò indipendentemente dalla remissione della querela. Infatti, per la legge, e precisamente l'art. 198 c.p.p., "il testimone ha l'obbligo di presentarsi al giudice e di attenersi alle prescrizioni date dal medesimo per le esigenze processuali e di rispondere secondo verità alle domande che gli sono rivolte". In caso di inadempimento da parte Sua, senza aver addotto un legittimo impedimento, il Giudice potrà condannarLa al pagamento di una somma che spazia tra € 51,00 ed € 516,00 a favore della cassa delle ammende e, in caso di persistenza da parte Sua a non presentarsi all'udienza in cui verrà successivamente citato, disporre l'accompagnamento coatto da parte della forza pubblica.
      Cordiali saluti.
      Avv. Stefania Einaudi

      Pubblicato il 05 Settembre 2017

      Logo Avv. Stefania Einaudi

      14 Risposte

      8 voti positivi

    • Gentile signore,
      Lei può rimettere la querela presentata. In questo caso il querelato dovrà accettare la remissione di querela. In ogni caso ci sono reati per i quali la remissione di querela fa venire meno il procedimento e altri reati per i quali si procede comunque, anche se c'è remissione di querela.
      Cordialmente
      Dott.ssa Ida Francesca Ginori

      Pubblicato il 20 Marzo 2017

      Logo Dott.ssa Ida Francesca Ginori

      33 Risposte

      37 voti positivi

    • la denuncia può essere sempre ritirata però dovrà andare comunque all'udienza (salvo giustificati motivi) in quanto la testimonianza è obbligatoria; in ogni caso la rinuncia per essere valida deve essere accettata dall'imputato. Inoltre per alcuni reati la remissione della querela non è sufficiente per chiudere il procedimento perchè alcuni reati sono perseguibili d'ufficio quindi il processo va avanti e Lei verrà sentito come testimone

      Pubblicato il 28 Gennaio 2017

      Logo Avv. Cristian Aureli

      116 Risposte

      247 voti positivi

    • Egregio Signor Paolo,
      Lei può in qualsiasi momento ritirare la querela presentandosi presso gli Uffici della procura della Repubblica. Nel caso in cui il reato sia perseguibile a querela di parte ed accettata la remissione dalla controparte Lei è liberato da qualsiasi ulteriore incombente.
      A disposizione.
      Cordiali saluti
      avv. Antonio Ruspaggiari

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Logo Studio Legale Associato Ruspaggiari

      15 Risposte

      15 voti positivi

    • Se si tratta di reato perseguibile a querela di parte può ritirare la querela. Dovrebbe specificare il tipo di reato per cui si procede.

      A sua disposizione

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Anonimo
    • Buongiorno Paolo. La denuncia potrà certamente essere ritirata. Lei dovrà recarsi in tribunale ove l'imputato dovrà accettare il ritiro. Diversamente potete incontrarvi prima dell'udienza presso la questura o il comando dei carabinieri e fare quello che in gergo si chiama Remissione della Querela, però anche in questo caso è necessaria la presenza dell'imputato, anche tramite suo procuratore, che dovrà accettare la remissione.

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Logo Studio Legale Micheli

      2 Risposte

      15 voti positivi

    • Egr. Sig. Paolo.
      la denuncia può essere sempre ritirata. tuttavia in tribunale dovrà comunque recarsi in quanto affinchè la rinuncia sia valida deve essere accettata dall'imputato.

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Logo Studio Legale Vitelli

      703 Risposte

      163 voti positivi

    • in ogni caso lei è chiamato come testimone ed in tale veste deve presentarsi in tribunale a meno che non versi in grave stato di impossibilità fisica o psichica pertanto dovrà produrre comunque un certificato medico.

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Logo Studio legale Ballarati

      17 Risposte

      18 voti positivi

    • Buongiorno, se si tratta di reato perseguibile a querela lei può in ogni momento rimettere la querela.
      A disposizione per chiarimenti.
      Cordiali saluti
      Avv Annamaria Vizzolesi

      Pubblicato il 22 Settembre 2015

      Logo Studio Legale Vizzolesi

      363 Risposte

      191 voti positivi

    Domande simili: Vedi tutte le domande