Riconoscimento figlia maggiorenne che non vuole dare consenso

Inviata da Pasquale Sangiovanni. 10 nov 2020

Un amico vorrebbe riconoscere la figlia 40enne che non vuole dare consenso. Cosa può fare e cosa può fare legalmente per avere rapporto con lei , che non vuole averne, e lui ne soffre moltissimo e sta rischiando di morire per il dispiacere del rifiuto della figlia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Sopra i 14 anni d'età il figlio può non essere d'accordo per il riconoscimento

Santin Consulenze Avvocato a San Vito al Tagliamento

306 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sig. Pasquale Sangiovanni,
la normativa di riferimento prevede, in generale, che per riconoscere un figlio maggiore di 14 anni è necessario il suo assenso da rendere nelle forme previste per il riconoscimento.
Comunque la casistica è molto ampia e, visto che non fornisce molti elementi utili, se vuole può contattarmi tramite piattaforma per meglio analizzare il suo caso.

Avv. Roberta Biagini Avvocato a Pisa

13 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno. Il riconoscimento del figlio maggiorenne richiede il suo consenso per l'attribuzione del cognome paterno. Si tratta di soggetto al quale è riconosciuta la piena capacità di di agire e giuridica, dunque responsabile per le proprie scelte, anche nei confronti di un genitore biologico che non abbia provveduto prima al suo riconoscimento. Per completezza rammento che sino all'età di 14 anni compiuti, perché il padre possa riconoscere il figlio occorre il consenso dell'altro genitore. Al di sopra dei 14 anni è necessario il consenso del figlio.

Studio Legale Avvocato Gabriella Capone Avvocato a Grosseto

4 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, il figlio che abbia già compiuto 14 anni può impedire al padre di riconoscerlo. È, infatti, diritto del minore dare o meno il proprio consenso al riconoscimento di paternità qualora ritenga che non risponda al proprio interesse.
Ovviamente, il medesimo discorso vale anche per i figli maggiorenni.
Cordialità.
Avv. Antonello Guido - Matrimonialista del Foro di Catania

Avv. Antonello GUIDO - MATRIMONIALISTA DIVORZISTA, DIRITTO DI FAMIGLIA Avvocato a Catania

51 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, il figlio che ha già compiuto 14 anni può impedire al padre di riconoscerlo. È, infatti, diritto del minore dare o meno il consenso al riconoscimento da parte di un genitore qualora ritenesse che non risponda al suo interesse.
Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per il figlio maggiorenne.
Cordialità.
Avv. Antonello Guido

Avv. Antonello GUIDO - MATRIMONIALISTA DIVORZISTA, DIRITTO DI FAMIGLIA Avvocato a Catania

51 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Esponi il tuo caso ai nostri avvocati

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento legale in 48h.

50 QANDA_form_question_details_hint

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. QANDA_form_public_description2_lbl

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

QANDA_form_send_feedback_ttl

QANDA_form_send_feedback_lbl

QANDA_form_question_already_exists_ttl

QANDA_form_question_already_exists_txt

avvocati 8900

avvocati

domande 13000

domande

Risposte 43300

Risposte