Proprieta indivisa

Inviata da Vietta. 14 nov 2017 · 4 Risposte · Consulenza del lavoro

Svolgiamo da ormai da moltissimi anni attivita commerciale in un immobile indiviso( meta proprietaria mia madre e l altra meta mio cugiino che l ha ereditato)
Allo scadere del contratto di affitto sembra che il cugino voglia proporci un affito allineato alle richieste di mercato della zona ma troppo.alto per la nostra gestione.familiare.
Vorrei capire cosa.potrebbe fare se non riuscissimo a trovare.un accordo

Argomenti simili

4 Risposte

  • Miglior risposta

    Buon giorno, potrebbe richiedere la divisione dell'immobile e se non divisibile la vendita all'asta dello stesso. i proprietari sono due e se non trovano accordi sarà necessario dividere
    Avv. Monica Ghiloni

    Pubblicato il 15 Novembre 2017

    Logo Monica Ghiloni Avvocato

    163 Risposte

    32 voti positivi

Spiega il tuo caso ai nostri avvocati

Qual è la tua domanda? Avvocati esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come vuoi inviare la tua domanda?
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli avvocati della tua zona
    Per selezionare gli avvocati più adatti
    INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
    Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
    Finalità:
    a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
    b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
    c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
    d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
    e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
    Legittimità: Consenso dell’interessato.
    Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
    Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
    Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su studilegali.com/proteccion_datos
    • 8100 Avvocati a tua disposizione
    • 9500 Domande inviate
    • 29250 Risposte inviate
    • Se non trovate l'accordo, il rischio è che l'altro comproprietario locatore agisca per lo sfratto finalizzato al rilascio del bene alla comunione. In tal caso, l'unica possibilità alla scadenza del contratto è proporre ricorso al Tribunale ai sensi dell'art. 1105, comma 4, c.c. chiedendo la stipula di un nuovo contratto a Suo favore nell'interesse della comunione. Tenga conto infine che Suo cugino potrebbe anche agire per la divisione giudiziale dell'immobile.

      Pubblicato il 14 Novembre 2017

      Logo Studio Legale Avv. Francesco Genovese

      3 Risposte

    • Se i proprietari hanno comunicato la disdetta del contratto, purtroppo il rinnovo può essere negoziato ed adeguato al valore di mercato.
      Ovviamente la richiesta di adeguamento del canone deve provenire da entrambi i comproprietari.
      In caso di mancato accordo il proprietario deve corrispondere l'indennità di avviamento (pari a 18 mensilità in genere).
      Se non è stata comunicata la disdetta nei termini indicati nel contratto, esso si rinnova automaticamente alle stesse condizioni.
      Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti

      Pubblicato il 14 Novembre 2017

      Logo Studio Legale Toro

      75 Risposte

      19 voti positivi

    • Pubblicato il 15 Novembre 2017

      Logo Avv. Alfredo Guarino

      2339 Risposte

      458 voti positivi

    Domande simili: Vedi tutte le domande