notifica viziata atto giudiziario

Inviata da Claudia. 13 set 2018 5 Risposte

Chiedevo questo, posso procedere a costituirmi parte civile contro un postino che dice di avermi trovato in casa il 10 di gennaio e che ho rifiutato un decreto ingiuntivo , quando non abito nel mio luogo di residenza da oltre 6 anni (casa di mia madre).Per motivi lavorativi e esattamente quel giorno (anche da fogli di lavoro e da dichiarazione firmata della mia ditta) mi trovavo a 1000km di distanza dalla residenza, facendo il lavoro di autista di linea a lunga percorrenza (ho anche il mio co autista che può testimoniare). Nella ricevuta di ritorno dell'atto giudiziario, il postino ha scritto chiaramente che il sig. xxxxxxx (io) in qualità di destinatario ha rifiutato l'atto...oltretutto mia madre mi ha ribadito più volte che non ha mai ricevuto lettere, raccomandate ed altro a mio nome in quel periodo...ma ha sicuramente ricevuto il precetto circa 45 gg dopo...cosa che mi è stato regolarmente recapitato dall'ufficiale giudiziario e che ho ritirato.
Dopo querela di falso, volevo chiedere i danni al postino, perché se mi avesse correttamente consegnato il decreto avrei potuto fare opposizione entro i 40 gg, cosa che non ho potuto fare. Ho potuto farlo solo a seguito di consegna del precetto, questo però ha causato un esponenziale aumento della parcella dell'avvocato, perché abbiamo sia fatto opposizione al precetto, opposizione alla notifica, sospensione di bene due pignoramenti. Il mi avvocato mi ha detto che è inutile chiedere i danni al postino, in quando ritengono che lo abbia fatto in buona fede..io invece ritengo che anche se si fosse presentato e avesse trovato mia madre avrebbe dovuto scrivere il nome di lei e non sicuramente il mio...io la buona fede non la vedo sinceramente. Volevo sapere quali sono i vostri pareri Grazie

lavoro

Miglior risposta

Gentile signora Claudia,ritengo che,se vero quanto riferisce,ha perfettamente ragione e può procedere sia penalmente che civilmente.........sto seguendo un caso quasi analogo ........ma deve predisporre adeguatamente qualsivoglia iniziativa giudiziaria .Cordialmente avv.Alfredo Guarino Napoli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sig.ra Claudia,
innanzitutto le attestazioni del postino o dell’ufficiale giudiziario fanno pubblica fede: si usa questo termine per indicare una forza privilegiata che le loro dichiarazioni hanno in ragione della funzione pubblica di chi le compie e della loro importanza.la «pubblica fede» può essere contestata. Ma non basta una dichiarazione. Non basta cioè affermare che il postino ha compilato la casella sbagliata o ha detto una cosa per un’altra. Nello scontro tra le dichiarazioni del cittadino e quelle del pubblico ufficiale prevalgono queste ultime perché si presumono vere. Bisogna allora azionare – afferma la Cassazione – un particolare procedimento chiamato querela di falso, che consiste in realtà in un procedimento civile. In questo caso, la procedura serve a togliere la «presunzione di veridicità» alla dichiarazione del pubblico ufficiale. Insomma la querela di falso serve a far accertare e dichiarare, con un regolare processo, la falsità di un atto, di un documento che, in caso contrario, sarebbe pregiudizievole. Può inoltre chiedere un risarcimento del danno qualora venisse dimostrata la falsità della firma.
Cordialmente,
Avv. Francesco Zofrea

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 APR 2019

Logo Studio Legale Zofrea Studio Legale Zofrea

2002 Risposte

1389 voti positivi

Il postino potrebbe anche averlonfatto in buona fede ma ciò non toglie che ha commesso un errore gravissimo. Per cui lei ha pieno diritto ad agire sia in sede penale che civile.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2018

Logo Studio Legale Puglia Avv. Gaetano Studio Legale Puglia Avv. Gaetano

1039 Risposte

1279 voti positivi

Buongiorno, le confermo che può agire nei confronti del postino e valutare anche un'opposizione tardiva al decreto ingiuntivo. Resto a disposizione per qualsiasi necessità.
Distinti saluti.
Dott. Antonino Matina

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

16 SET 2018

Logo Dott. Antonino Matina Dott. Antonino Matina

1078 Risposte

1357 voti positivi

gentile Claudia,
potrebbe sicuramente proporre una querela nei confronti del postino che ha attestato il falso, sempre che non sia già decorso il termine di tre mesi.
avv. marina ligrani

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2018

Logo Studio Legale Matrimonialista Ligrani Marina Studio Legale Matrimonialista Ligrani Marina

978 Risposte

504 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
sentenza vittoriosa, notifica precetto all'ufficiale giudiziario

6 Risposte, Ultima risposta il 12 Febbraio 2019

Divorzio giudiziale: obbligo di comparizione?

4 Risposte, Ultima risposta il 02 Febbraio 2017