Mancato pagamento prestazione manodopera

Inviata da Antonio. 7 feb 2019 4 Risposte

Buonasera,
sono un falegname artigiano con partita iva, ho prestato la mia manodopera in una falegnameria di Mariano Comense (CO) per tutto il mese di ottobre, gli accordi erano pagamento primo dicembre per il lavoro svolto con invio fattura proforma e dopo il pagamento avrei dovuto inviare regolare fattura, il pagamento ad oggi 7 febbraio 2019 non è ancora pervenuto in quanto l'azienda sta chiudendo e così facendo ne approfitta a non saldarmi. Sta pagando solo i fornitori a lui convenienti. Cosa posso fare in questi casi senza andare a rimetterci altri soldi? Sapendo che il titolare ha richiesto la mia prestazione consapevole che doveva chiudere, è possibile denunciarlo per truffa?

Saluti
Antonio Di Palma

Miglior risposta

Gentile Antonio. Non ci sono gli estremi per la truffa. Ovviamente può agire per il recupero del suo credito eventualmente anche pignorando macchinari o materiali.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

proceda quanto prima con una diffida e successivamente con un ricorso per decreto ingiuntivo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 FEB 2019

Logo Avv. Andrea Demarchi Avv. Andrea Demarchi

135 Risposte

23 voti positivi

egregio sig antonio,
Le consiglio di rivolgersi ad un legale il quale notificherà una diffida inerente la richiesta di pagamento del credito da lavoro certo che vanta. detto ciò seguirà un Decreto ingiuntivo se il credito è vantato da contratto e relativa fattura.
In ordine al recupero anche nel caso in cui dovesse cessare potrà rivalersi sul liquidatore per il recupero del credito.
Valuterà il collega incaricato l'esistenza o meno degli elementi del reato da lei ipotizzato .
cordialmente
avv Francesco Colantonio

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2019

Logo Avv. Francesco Colantonio Avv. Francesco Colantonio

208 Risposte

151 voti positivi

Egr. Sig.Antonio,
il mancato pagamento dello stipendio da parte del datore di lavoro è un grave inadempimento contrattuale.
Le consiglio pertanto, di far pervenire una lettera di diffida al datore di lavoro nella quale lo solleciti a pagare quanto dovuto.
Qualora la diffida restasse priva di riscontro, potrà adire la competente autorità giudiziaria , in quanto lei è titolare di un credito certo, liquido ed esigibile, fondato su prova scritta.
Il Giudice, ingiungerà al debitore di adempiere l'obbligazione (pagare una determinata somma o consegnare una determinata quantità di cose, ecc.), entro il termine di quaranta giorni dalla notifica, avvertendolo che entro lo stesso termine potrà proporre opposizione e che, in mancanza, si procederà ad esecuzione forzata.
Cordialmente,
Avv. Francesco Zofrea

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 FEB 2019

Logo Studio Legale Zofrea Studio Legale Zofrea

972 Risposte

675 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande