Libertà della P.G. di divulgare Atti a Terzi

Inviata da Fabrizio. 7 apr 2016

Salve,
una C.N.R., oltre che alla Procura competente, può essere indirizzata, per conoscenza, anche a terzi enti come Tribunali, Procure e Questure di altre regioni ove determinati colleghi di PG gli abbiano fatto richiesta, per motivi di sicurezza di essere informati per conoscenza? Nel caso specifico della mia Querela é stata inoltrata anche alla Questura di un'altra regione dove la CTP da me Querelata aveva precedentemente esposto una sua querela nei miei confronti per Stalking.
Non è illegittimo informare Questure, Procure e Tribunali di non competenza territoriale alla querela oggetto della CNR anche se giustificata per motivi di sicurezza?
Quali diritti ha il querelante? Può avvalersi della legge sulla Privacy?
Ci sono leggi e disposizioni specifiche che l'ufficiale di PG infrange in questo modo? Informando la Questura di residenza della querelata, da dove si sà essere partita una querela della stessa, non mette potenzialmente in condizione la querelata di divenire informata della notizia di reato a suo carico da un possibile ufficiale di PG compiacente? Come ritengo sia in effetti accaduto.
La legge come tutela il cittadino dall'uso improprio della divulgazione degli atti da parte della PG?
Possibile che la PG non sia soggetta a specifiche disposizioni in merito?
Possibile che, oggi come oggi, grazie alle nuove leggi sullo stalking, sia libera di tenere qualsiasi tipologia di condotta, semplicemente motivandola per motivi di Sicurezza fino ad azzerare ogni mio diritto costituzionale di querelante?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Egregio Sig. Fabrizio,nel premettere che dovrei conoscere piu' dettagliatamente il Suo caso atipico,rilevo che ogni querela,appena perviene nell'Ufficio della Procura competente,viene iscritta in un registro e quindi appartiene ad un procedimento,con la conseguenza che solo il PM competente dovrebbe autorizzare la eventuale trasmissione;tuttavia potrebbe profilarsi,dal punto di vista penale,forse una esime te per chi abbia ritenuto di trasmetterla ad un'Ufficio di Polizia per ragioni di sicurezza ma mi pare che,in assenza di autorizzazione del PM,si configuri un illecito disciplinare Cordialmente Avv.Alfredo Guarìno Napoli

Avv. Alfredo Guarino Avvocato a Napoli

4001 Risposte

1410 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Esponi il tuo caso ai nostri avvocati

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento legale in 48h.

50 QANDA_form_question_details_hint

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. QANDA_form_public_description2_lbl

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

QANDA_form_send_feedback_ttl

QANDA_form_send_feedback_lbl

QANDA_form_question_already_exists_ttl

QANDA_form_question_already_exists_txt

avvocati 8950

avvocati

domande 15250

domande

Risposte 44550

Risposte