Diritto Marittimo

Inviata da Filippo Bonati. 7 feb 2019 2 Risposte

Buon giorno. Scusate ma la domanda è piuttosto specifica quindi indirizzata a chi segue il diritto marittimo. Lavoro per una ditta di spedizioni di Monza. Stiamo avendo un problema con una compagnia per la consegna di un contenitore in America. La polizza legge resa DOOR a cura vettore. Capisco la compagnia sia protetta dai diritti polizza ma la domanda è diversa. Stiamo chiedendo aggiornamenti sullo status del container da due settimane e nessuno ci ha risposto se non dicendo stiamo attendendo notizie. IL contenitore è arrivato a New York al 24/12 e ad oggi nessuno ci sa dire dove sia e quale sia la previsione di consegna. Il cliente ci chiama ogni giorno. Quali sono i tempi previsti dai termini di polizza prima che la compagnia sia in qualche modo responsabilizzata? A parte i tempi della consegna, non è in qualche modo responsabilizzabile il fatto di NON darci lo status del container fronte di richiesta del cliente, in fondo la merce è sua? Mi spiego, noi abbiamo perso il cliente. Il ns cliente perderà il suo, rischia la cancellazione dell'ordine e il ns cliente rischia di chiederci i danni commerciali. Grazie mille.

lavoro

Miglior risposta

Gentile Sig. Filippo,
in relazione al quesito da Lei sottoposto tenga in considerazione le regole di Rhotterdam, ovvero la Convenzione sui contratti per il trasporto internazionale di merci interamente o parzialmente per mare.
Tale suddetta Convenzione prevede un regime giuridico moderno ed uniforme che disciplina i diritti e gli obblighi dei vettori, degli spedizionieri e dei distributori, nel quadro di un contratto di trasporto internazionale "door to door".
La Convenzione supera e costituisce una valida e moderna alternativa alla precedente disciplina del trasporto marittimo via mare rispetto alle precedenti Convenzioni internazionali.
In particolare, Rhotterdam ha esteso l'ambito delle responsabilità pendenti sul vettore marittimo,eliminando:
in primo luogo la “colpa nautica” e facendo ricadere su di esso le ripercussioni derivanti dagli errori commessi dall'equipaggio e dai preposti in senso lato, anche gli ausiliari indipendenti (art. 17);
in secondo luogo, ha fatto convergere sul vettore marittimo l'onere di dimostrare la sua estraneità rispetto alle accuse avanzate dai reclamanti, e
in terzo luogo, ha inserito anche il ritardo della consegna fra le perdite di natura economica che legittimano il mittente o il ricevente a pretendere un indennizzo (art. 21), con l'ulteriore aggiunta del Right of control ovvero il diritto a poter scegliere il “foro” in cui dirimere l'arbitrato, optando fra i paesi attraverso cui è transitata la merce coperta da polizza di carico (cap. 10).
Solo quindici Stati hanno firmato oggi tale convenzione.
Per concludere, si consiglia in futuro all’operatore economico che intende formulare (con il supporto del legale difensore incaricato) contratti con rischio di trasporto navale a loro carico di valutare un’assicurazione merci.
Quanto sopra al fine di non sottostare, in caso di eventuale danno, ai limiti indicati nella precedente (e, quindi, a Lei sfavorevole) convenzione dell'Aja-Visby o nelle regole COGSA in caso di trasporti per e da USA.
Resto a Sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento, per la eventuale strategia legale difensiva da adottare nonché, in particolare, ad invitarLa presso il mio studio per fornirLe ulteriori consigli a Sua tutela.
Cordiali saluti
Avv. Francesco Zofrea

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Concordo con l'ottima risposta del Collega Avv. Zopfrea . Il vettore può e deve dare notizie circa la attuale posizione del container secondo le Convenzioni internazionali esistenti e dello stesso Codice Civile, e Voi avete le possibilità di azione sia nelle modalitàche sono state descrritte e sia in via più generale il risarcimento di tutti i danni patiti e patiendi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2019

Logo Avv. Antonio Cesarini Avv. Antonio Cesarini

1293 Risposte

439 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Informazioni diritti lavoratore marittimo

1 Risposta, Ultima risposta il 22 Agosto 2016