Come recuperare un credito personale?

Inviata da Anna Maria. 25 nov 2015

Come recuperare un credito personale? In altre parole ho sostenuto ingenti spese per conto di un terzo. Ho tutta la documentazione necessaria per dimostrarlo. Come dovrei procedere?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Può certamente agire per recuperare le somme che le sono dovute. La strada più celere è quella di chiedere un ingiunzione di pagamento. In questo caso occorre, però, avere documentazione scritta comprovante l'esistenza del diritto. Altrimenti bisognarebbe procedere con la negoziazione assistita, prima di svolgere un atto di citazione avanti all'Autorità giudiziaria.
Saluti.
Avv. Alan Binda

Studio Legale Binda - Avv. Alan Binda Avvocato a Lecco

176 Risposte

56 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Egregia Signora,

il mio studio Le offre disponibilità per il procedimento monitorio - così si chiama il procedimento per decreto ingiuntivo - al fine di recuperare il credito. Se volesse mandarmi più dettagli via email preparerei intanto la diffida, sempre obbligatoria prima del ricorso per d.i.

Cordiali saluti,

avv. Giovanni Bonomo

Avv. Giovanni Bonomo Avvocato a Milano

196 Risposte

127 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.ma signora,
può far scrivere ad un legale una diffida ad adempiere entro un rapido termine ovvero procedere al recupero delle somme con un decreto ingiuntivo.
Se volesse essere assistita legalmente ci contatti.

Studio legale Morano & partners

Studio legale Morano & partners Avvocato a Roma

221 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile sig.ra,
deve provvedere a una richiesta formale mediante racc. a/r, e se non ha alcuna risposta proseguire per le vie legali, o con un decreto ingiuntivo, o con altri mezzi.
Resto a sua disposizione

Avv. Melania Catalano

Studio legale Catalano Melania Avvocato a Mazara del Vallo

20 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Puo iniziare a inviare una raccomandata facendo la richiesta, e spiegando i motivi, dando otto giorni per il pagamento. Se non avviene può agire a mezzo avvocato con un'ingiunzione se ha la prova scritta degli accordi e le ricevute di versamento
Resto a disposizione

Studio Legale Avv. Laura Ferrari Avvocato a Novara

462 Risposte

171 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Signora Anna Maria.
Le vie per recuperare un credito sono due: 1) stragiudiziale: mandando una lettera raccomandata a.r. intimando il pagamento della somma e specificando che, in caso di mancato pagamento, si procederà per vie legali; 2) giudiziale: è necessario intraprendere una causa ordinaria, se non si dispone di una documentazione scritta a prova del credito; un ricorso per decreto ingiuntivo, se si ha prova scritta del credito (che può consistere in una fattura, assegno, documento firmato dal debitore, atto notarile, etc).
Le segnalo che il ricorso per decreto ingiuntivo è molto più rapido e veloce rispetto alla causa ordinaria.
Distinti saluti.
Avv. stab. Rossana Delbarba

Anonimo-155490 Avvocato a Brescia

769 Risposte

383 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Se la documentazione in suo possesso e' sufficiente anche mediante decreto ingiuntivo. In caso contrario con azione ordinaria, previa lettera di messa in mora e richiesta di negoziazione. Ottenuto un titolo esecutivo (decreto ingiuntivo o sentenza) si procederà in via esecutiva . Sono a disposizione , eventualmente

Avv. Danilo Alfieri Avvocato a Sessa Aurunca

15 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima Anna Maria,
dovrenbe essere piu' precisa.Ad ogni buon conto in linea generale se il Suo credito verso il terzo soggetto e' consacrato da una prova scritta ed e' un credito liquido ed esigibile puo' essere richiesto all'Autorita' Giudiziaria competente un decreto ingiuntivo.Se non vi fossero i predetti presupposti, potrebbe essere inoltrato un processo di cognizione finalizzato ad ottenere una sentenza di condanna al pagamento del debitore.
A Sua disposizione per assistenza.
Cordialmente.
Avv.Silvia Parrini (FORO DI PISA)

Avv. Silvia Parrini Avvocato a Cascina

669 Risposte

261 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora,
per come espone, Lei ha provveduto a pagamenti dovuti da altra persona a terzi; presumibilmente secondo intese concordate con il contraente.E'opportuno prendere contatti con lo stesso- tenendo conto dei rapporti intercorrenti e con le forme adeguate- per richiedere la restituzione delle stesse.In base all'esito,potrà valutare l'attivazione di una procedura di negoziazione per comporre la vertenza , prima di attivare il contenzioso in sede civile.
Distinti saluti.
Avv. Felice Bruni - Catanzaro

Avv. Felice Bruni Avvocato a Catanzaro

264 Risposte

187 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno
Proceda inviando una richiesta con raccomandata con ricevuta di ritorno. Se non dovesse avere esito alcuno, si rivolga ad un legale affinché rediga ricorso per decreto ingiuntivo o instauri un giudizio ordinario al fine di procurarsi un titolo per poter, nel caso, procedere con esecuzione forzata.
A disposizione per chiarimenti
Cordiali saluti
Studio legale Vizzolesi

Studio Legale Vizzolesi Avvocato a Collecchio

363 Risposte

261 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Esponi il tuo caso ai nostri avvocati

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento legale in 48h.

50 QANDA_form_question_details_hint

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. QANDA_form_public_description2_lbl

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle consulenza non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

QANDA_form_send_feedback_ttl

QANDA_form_send_feedback_lbl

QANDA_form_question_already_exists_ttl

QANDA_form_question_already_exists_txt

avvocati 8950

avvocati

domande 14700

domande

Risposte 44350

Risposte