Caparra confirmatoria in concordato preventivo

Inviata da Gianni. 12 giu 2018 5 Risposte  · Transazioni

Buongiorno,
alla costituzione della nostra azienda, abbiamo preso in affitto un capannone ed abbiamo versato al prorpietario, a titolo di garanzia e caparra confirmatoria, circa 9000,00 euro. Abbiamo sempre pagato regolarmente i canoni di affitto pattuiti.
Dopo qualche anno il proprietario fa domanda di concordato preventivo e gli viene accettato. Continuiamo a versare regolarmente l'affitto per circa un anno e mezzo, fino a quando non acquistiamo noi il capannone. A quel punto il contratto di affitto viene risolto in modo consensuale da entrambe le parti. Facciamo richiesta di restituzione della caparra versata ma la procedura ci dice che dobbiamo fare domanda di insinuazione al passivo e che saremo inseriti tra i creditori chirografari.
La mia domanda è: ma non è un debito sorto durante la procedura e quindi va pagato per intero? Per come mi dicono loro se va bene ne prenderò il 30% chissà quando.
Grazie a chiunque voglia chiarirmi la situazione.
Cordiali saluti

Gianni

contratto , consensuale , proprietario , richiesta , affitto

Miglior risposta

Buongiorno, purtroppo essendoci un concordato preventivo deve insinuarsi e non può chiedere il pagamento on via anticipata.
Resto a disposizione per qualsiasi necessità.
Distinti saluti.
Dott. Antonino Matina

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Come scritto dal collega, i crediti prededucibili sono quelli sorti durante la procedura concorsulale (ma non è il suo caso, essendo sorto prima del concordato) o in funzione di essa (ovvero crediti necessari per la prosecuzioni dell'attività imprenditoriale o nell'interesse della massa dei creditori).
Da quanto scrive per ottenere la restituzione di quanto versato deve fare domanda di insinuazione al passivo, ma il suo credito dovrebbe essere qualificato come chirografo.
Altra questione, che richiede un approfondimento esaminando i documenti, è relativa alla corretta definizione della somma richiesta: se si tratta di caparra, in genere viene conteggiata in conto prezzo; se invece è un deposito cauzionale (presumo infruttifero) deve essere restituito.
Tale questione deve essere ben chiarita nella domanda di insinuazione al passivo.
resto a disposizione per ulteriori chiarimenti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2018

Logo Studio Legale Toro Studio Legale Toro

85 Risposte

25 voti positivi

Salve purtroppo le hanno riferito la verita lei quale creditore deve fare domanda di insinuazione al passivo, e concorrere con altri creditori , sia privilegiati che chirografari. Passa molto tempo.
Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2018

Logo Studio Legale Avv. Natascia Spicuzza Studio Legale Avv. Natascia Spicuzza

115 Risposte

20 voti positivi

I crediti che vanno in pre-deduzione non sono tutti ma solo quelli legati alla prosecuzione dell'attività di impresa sorti nel corso della procedura.
il credito da voi vantato non risulta essere collegato con l'attività di impresa pertanto non può essere portato in prededuzione.
Nel caso specifico in realtà sorgono altre questioni di diritto che potrebbero essere portate all'attenzione del G.E. in quanto trattandosi di una caparra e non di un deposito cauzionale la stessa non avrebbe avuto motivo di esistere se l'esercizio dell'opzione di acquisto non fosse già contrattualmente previste quindi le conseguenze sarebbero del tutto diverse. Salvo il caso che lei non abbia chiamato caparra confirmatoria un deposito cauzionale.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2018

Logo Studio Legale Puglia Avv. Gaetano Studio Legale Puglia Avv. Gaetano

875 Risposte

972 voti positivi

Buongiorno,a mio modesto parere, le somme del deposito cauzionale, proprio perchè hanno funzione di garanzia ( il deposito cauzionale è considerato solitamente come un pegno irregolare in relazione alla sua funzione di garanzia ed alla fungibilità dei beni che ne formano oggetto (il denaro), la sua accessorietà )comporta che normalmente (in mancanza di accordi diversi) il trasferimento dell'immobile determina automaticamente il trasferimento del deposito cauzionale.
Le somme , secondo il mio avviso, vanno restituite in prededuzione

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2018

Logo Avv. Antonio Cesarini Avv. Antonio Cesarini

1111 Risposte

317 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
annullamento matrimonio

2 Risposte, Ultima risposta il 24 Aprile 2018

Proposta di acquisto immobile

1 Risposta, Ultima risposta il 28 Novembre 2017