Calcolo del mantenimento con bimbo

Inviata da Serena. 17 set 2016 6 Risposte  · Separazione

Salve sono una donna di 30 anni con un bimbo quasi di 9 e sono stata abbandonata da mio marito ormai 3 anni fa, non abbiamo la condivisione dei beni ma la divisione. Prima di abbandonare il tetto coniguale io avevo notato comportamenti molto strani in lui tant'è che ero praticamente certa di un suo tradimento nei miei confronti con un'altra donna, senza contare che diverse volte tornando ubriaco da serate con amici veniva nel letto e abusava di me anche se io ero completamente dissenziente. In quel periodo il mio stato psicofisico è stato pessimo tanto da portarmi a un deperimento fino a pesare 39 chili e tanto da farmi andare da specialisti e psicologi (ho tutto documentato sia con foto che con documenti rilasciati dai dottori) Mi ha ridotta uno schifo e mi ha costretta ad abbandonare tutti i miei progetti lavorativi compresa la mia carrierai che in quel periodo andava bene Sono da anni disoccupata e lo sono ancora; quando vivevamo insieme, vivevamo in una casa in affitto dove pagavamo 800 euro mensili e nella quale vivo tutt'ora con mio figlio (attualmente pago ancora la stessa cifra) Dopo che se ne è andato di casa abbiamo mantenuto un buon rapporto per il bene del bambino ma adesso vuole separarsi a distanza di 3 anni tant'è che mi ha contattata al telefono per chiedermi di visionare la bozza preparata da lui e dal suo avvocato (la sua avvocatessa è una sua cara amica con la quale ha un rapporto d'amicizia molto solido. Io mi chiedo ma è possibile eseguire la pratica avvalendosi di un'amica intima? non sarebbe troppo di parte?) per una separazione consensuale. In sintesi nella stessa c'è scritto che si impegna a corrispondere mensilmente 500 euro per il mantenimento del bambino (da rivalutare annualmente secondo l'indice ISTAT) e altri 250 euro a titolo di contributo per l'affitto MA SOLAMENTE PER 12 MESI! Dopo questi 12 mesi dovrò farmi carico di tutta la spesa dell'affitto. Lui ha uno stipendio di 1700-1800 euro mensili con contratto a tempo indeterminato da molti anni... Vorrei capire, non dovrei prendere il mantenimento anche io in quanto ancora sua moglie? E per quanto riguarda l'abbandono del tetto coniugale cosa può succedergli? Non è un "aggravante"? So che ci sono delle conseguenze sia penali che civili per questo.. La cifra di 500 per nostro filglio e i 250 euro mensili per solo un anno a me sembrano pochi ma ditemi cosa ne pensate voi, grazie mille

contratto , consensuale , affitto

Miglior risposta

Gentilissima Signora, concordando pienamente con quanto espresso dalla Collega, vorrei solamente aggiungere che in considerazione del fatto che lei non ha lavoro ha probabilmente diritto ad accedere al patrocinio gratuito (reddito inferiore annuo ad € 11.528,41) Non abbia remore occorre che i Suoi diritti siano tutelati appieno.
Cordialmente.
Avv. Annalisa Alpi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile signora Serena, nel Suo caso vi sono gli estremi per una richiesta di addebito ma meglio una soluzione concordata:un importo sui 500 euro per il figlio e 300 per Lei mi parrebbe adeguato,salvo a considerare piu' specifici aspetti.
Cordialmente Avv.Alfredo Guarino Napoli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 SET 2016

Logo Avv. Alfredo Guarino Avv. Alfredo Guarino

3012 Risposte

820 voti positivi

Buongiorno Signora,
Suo marito è tenuto a versarLe sia l'assegno di mantenimento per Suo figlio, sia un contributo al Suo mantenimento in misura proporzionale al reddito.
L'assegno per Suo figlio dovrà essere versato sino al raggiungimento da parte del medesimo dell'autonomia economica; l'assegno per il Suo mantenimento sino a quando Lei non avrà reperito un'occupazione lavorativa, o altra fonte di reddito.
L'abbandono della casa coniugale può rilevare ai soli fini dell'addebito della separazione (nel caso di separazione giudiziale).
La proposta di Suo marito non mi pare congrua, specie in considerazione del fatto che prevede un termine di scadenza per il versamento dell'assegno.
Il fatto che il legale a cui si è rivolto Suo marito sia una sua amica non è ostativo. E' però evidente che tale legale potrebbe non essere imparziale assistendo entrambi in una separazione consensuale.
Augurandomi di averLe fornito le informazioni richieste, resto a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.
Avv. Rossana Merlo (Torino)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2016

Logo Avv. Rossana Merlo Avv. Rossana Merlo

36 Risposte

18 voti positivi

Buongiorno signora,
Il mio consiglio è di rivolgersi ad un legale per definire al meglio la sua problematica in una separazione consensuale non si può essere assistiti da un unico avv. Inoltre se vi è stato l'abbandono del tetto coniugale lei può promuovere una separazione giudiziale chiedendo l'addebito anche se io consiglio sempre una consensuale comunque si deve rivolgere ad un legale resto a sua disposizione per ogni problema il mio studio si occupa di questo
Distinti saluti
AVV.Giovanna Oriani

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2016

Logo Avv. Giovanna Oriani Avv. Giovanna Oriani

764 Risposte

335 voti positivi

Buongiorno,
Le consiglio di farsi assistere da un legale. La determinazione dell'assegno di mantenimento e' calcolata in base al reddito del padre tuttavia le ricordo che è previsto un assegno di mantenimento anche per lei (qualora fosse sprovvista di mezzi economici). Il mio studio si occupa in particolare di problematiche relative alle separazioni/divorzi, se desidera, mi contatti, sarò lieta di aiutarla. Cordiali saluti
Avv Michela parzani

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2016

Logo Studio legale Avv. Parzani Michela Studio legale Avv. Parzani Michela

210 Risposte

176 voti positivi

Gentile Signora Serena,
letta la Sua triste esperienza, Le consiglio di rivolgersi ad un avvocato al fine di tutelare i Suoi diritti.
Il legale che incaricherà terrà conto di diversi fattori, compreso le dichiarazione dei redditi, per valutare il mantenimento più congruo e le condizioni di separazione.
Soprattutto, potrà consigliarLe se promuovere una procedura di separazione giudiziale con richiesta di addebito nei confronti di Suo marito per l'abbandono del tetto coniugale e la violazione degli obblighi di assistenza.
Non lasci che siano altri a disporre del Suo futuro senza avvalersi di un'assistenza professionale da parte di un legale di Sua fiducia.
Cordiali saluti.
avv. Francesca Minutolo
Foro di Modena

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2016

Logo Avvocato Francesca Minutolo Avvocato Francesca Minutolo

83 Risposte

29 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Calcolo assegno di mantenimento sul imponibile o su netto?

9 Risposte, Ultima risposta il 30 Novembre 2015

Calcolo assegno mantenimento figlio

9 Risposte, Ultima risposta il 15 Dicembre 2016

Il mantenimento anche quando il bimbo sta con me?

10 Risposte, Ultima risposta il 08 Agosto 2015

Quanto mantenimento può chiedermi?

5 Risposte, Ultima risposta il 01 Settembre 2015

Assegno mantenimento retroattivo

2 Risposte, Ultima risposta il 20 Giugno 2017

Come calcolare l'assegno di mantenimento?

5 Risposte, Ultima risposta il 18 Ottobre 2015

Mantenimento buoni

4 Risposte, Ultima risposta il 04 Maggio 2016

Revisione quota mantenimento dopo il divorzio

9 Risposte, Ultima risposta il 17 Febbraio 2016