Successione ereditaria: lesione di legittima

Come reintegrare la quota del patrimonio ereditario che spetta per legge ai legittimari o riservatari

20 lug 2016 Diritto di Famiglia - Tempo di lettura: min.

Torino (Città) Torino

13 Raccomandazioni

Viene definita "quota di legittima" quella porzione di eredità di cui il testatore non può disporre, né a titolo di liberalità, né mortis causa, in quanto spettante per legge a soggetti (detti legittimari o anche riservatari) legati al de cuius (soggetto della cui successione si discute) da stretti rapporti di parentela o da un rapporto di coniugio.

Pertanto, il patrimonio ereditario sarà composto da una quota disponibile, della quale il testatore è libero di disporre e da una quota di legittima (o riserva), della quale il testatore non può disporre a favore di estranei perché spettante per legge ai legittimari.

Nel caso in cui la quota di legittima è intaccata, per effetto di atti di disposizione, o di donazioni, oppure in caso di testamento, si ha una lesione della legittima. Per reintegrare la quota di legge occorre esercitare l'azione di riduzione, volta a far dichiarare invalidi (integralmente o parzialmente) gli atti che hanno prodotto la lesione stessa.

Pertanto, occorrerà fare una semplice operazione matematico-contabile, ossia la "riunione fittizia", che imputa al patrimonio del de cuius il valore dei beni a lui intestati, decurtato dai debiti (cosiddetto relictum) e tutte le donazioni compiute da lui in vita (cosiddetto donatum).

La somma del relictum e del donatum rappresenta l'asse patrimoniale su cui possono fare affidamento i legittimari.

L'azione di riduzione, se esperita vittoriosamente, comporta l'automatica riduzione delle disposizioni testamentarie e/o delle porzioni degli eredi legittimi, con effetti che retroagiscono al momento dell'apertura della successione. Essa può essere esperita anche dagli eredi e dagli aventi causa dei legittimari ed è soggetta all'ordinario termine di prescrizione di dieci anni, che cecorrono dall'apertura della successione.

Lo Studio è disponibile a fornire consulenze in materia successoria e a seguirVi nell'iter giudiziario.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su studilegali.com/proteccion_datos

Articoli correlati