Come e quando si può fare ricorso al TAR

Il TAR è il tribunale amministrativo regionale ossia un tribunale di primo grado specializzato in materia amministrativa.

15 mag 2015 Ricorsi - Tempo di lettura: min.

avvocati

Si sente spesso parlare del cosiddetto "ricorso al TAR". Di cosa si tratta? In che materie è specializzato questo tribunale? Come si mette in moto il ricorso?

Cos'è il TAR?

Il TAR è il Tribunale Amministrativo Regionale ossia un tribunale di primo grado specializzato in materia amministrativa. I cittadini, dunque, possono rivolgersi a questo tribunale quando pensano che un atto amministrativo possa ledere un loro interesse illegittimo. In questo caso è necessario presentare ricorso al TAR e aspettare la sentenza. Nel caso in cui si accerti l'illegittimità, l'atto viene modificato, revocato o annullato dal tribunale.

Il TAR è presente nel capoluogo di ogni regione o in altre province come sezioni distaccate. Il ricorso può essere presentato presso il Tribunale amministrativo della propria regione solo se gli atti provengono dalla regione stessa, altrimenti è competente il TAR del Lazio.

Il procedimento

Per poter fare ricorso al Tar è necessario rivolgersi a un avvocato amministrativo (eccetto nei casi previsti dall'art.23 del Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104).

Entro 60 giorni dalla notifica dell'atto amministrativo (compresi i giorni lavorativi e non lavorativi) bisogna avvisare tutte le parti in causa come l'ente amministrativo e il controinteressato (nel caso di un concorso di ammissione, ad esempio, verrà avvisato uno dei vincitori). Il ricorso va depositato poi presso il Tar.

Nella prima fase, il TAR può concedere la cosiddetta "tutela cautelare", ossia la sospensione dell'atto amministrativo in questione per evitare pregiudizio grave e irreparabile alla persona che ha presentato il ricorso. In seguito il TAR emetterà la sentenza ammettendo o rifiutando la modifica, l'annullamento o la revoca dell'atto.

Il cittadino può appellare la sentenza in secondo grado presso il Consiglio di Stato, la cui sentenza è definitiva e inappellabile.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su studilegali.com/proteccion_datos

Commenti (18)


Caricamento…



Articoli correlati