Riconoscimento figlio naturale maggiorenne.

Inviata da Donato. 5 gen 2017 1 Risposta

Buonasera,
vorrei riconoscere mio figlio naturale, ormai maggiorenne. Ho sia il suo consenso che quello della madre.
Il problema è che oggi sono sposato con un'altra donna e viviamo in un piccolo paese dove sono molto conosciuto, motivo per cui non vorrei che al comune di residenza si sapesse di questa mia decisione. Quindi vorrei capire qual è l'iter più semplice per il riconoscimento e se posso fare tutto senza che vi siano comunicazioni da fare presso il mio attuale comune di residenza.
Grazie.

Argomenti simili

1 Risposta

  • Miglior risposta

    Egregio Sig. Donato.
    Le riporto in sintesi il nocciolo della situazione.
    Affinché si costituisca un rapporto di filiazione per il figlio naturale sono necessari una manifestazione di volontà del genitore (c.d. “riconoscimento”) o l’accertamento ope iudicis mediante dichiarazione giudiziale di paternità o maternità.
    Il riconoscimento che intende Lei può essere fatto con una dichiarazione apposta sull’atto di nascita, oppure, in seguito alla nascita o al concepimento, davanti ad un ufficiale dello stato civile (nel Comune in cui è trascritto l’atto di nascita stesso) oppure anche in un atto pubblico (davanti ad un notaio) o in un testamento (art. 254, primo comma del codice civile).
    Il figlio naturale può essere riconosciuto dal padre o dalla madre, congiuntamente o disgiuntamente, anche se, al tempo del concepimento, erano uniti in matrimonio con altre persone.
    La condizione essenziale perché si possa procedere al riconoscimento, ai sensi dell’art. 250, secondo comma del Codice Civile è l’assenso del figlio qualora abbia compiuto i sedici anni, o dell’altro genitore che abbia già eseguito il riconoscimento, ove il figlio non abbia ancora raggiunto tale età.
    Se il figlio vive in altro comune, il riconoscimento non si dovrebbe conoscere al Suo comune.

    Pubblicato il 08 Gennaio 2017

    Logo Avv. Antonio Cesarini

    476 Risposte

    101 Valutazioni positive

Spiega il tuo caso ai nostri avvocati

Qual è la tua domanda? Gli avvocati esperti in materia rispondono
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come vuoi inviare la tua domanda?
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli avvocati della tua zona
    Per selezionare gli avvocati più adatti
    • 7650 Avvocati a tua disposizione
    • 6100 Domande inviate
    • 21250 Risposte inviate

    Domande simili: Vedi tutte le domande