Cosa s’intende per diritto sanitario?

Quali sono le riforme più importanti in materia di diritto sanitario?

4 gen 2017 Attualità - Tempo di lettura: min.

avvocati

L'articolo 32 della Costituzione italiana sancisce il diritto alla salute.

Il diritto sanitario è una materia in costante evoluzione. Senza dubbio, l'origine principale della legislazione relativa a questo settore proviene dall'articolo 32 della Costituzione che estende il diritto alla salute a tutti gli individui:

"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana".

Dopo la Costituzione, una delle leggi più importanti in questa materia è senza dubbio la la riforma sanitaria del 1978 (legge 833/1978) che sancisce il diritto all'assistenza sanitaria attraverso la creazione del servizio sanitario nazionale. Il diritto alla salute, dunque, si estende a tutti gli individui comprendendo non solo il tema dell'accesso alle cure ma anche quello della salubrità dell'ambiente.

Le altre riforme

A partire dalla creazione del Servizio Sanitario Nazionale, si susseguono una serie di riforme per modificare il diritto sanitario a seconda delle necessità del periodo e le trasformazioni di competenze a livello di Stato-Regioni. Ecco alcune delle leggi più importanti:

  • Il decreto legislativo 502/92: Questo decreto fu emanato per il "Riordino della disciplina in materia sanitaria" teso a rimodellare il servizio sanitario nazionale e a definire alcuni obiettivi come le responsabilità delle regioni (ristabilito poi, secondo il principio di sussidiarietà, dal D.Lgs.112/1998), il finanziamento o gli standard minimi di prestazione a livello statale.
  • La Riforma del Titolo V della Costituzione: Come già era successo con le riforme degli anni '98 e '99, con la legge costituzionale n. 3/2001 che modifica l'art.117 della Costituzione Italiana, la tutela sanitaria passa in maggior misura alle regioni che sono ora in grado di stabilire la politica sanitaria, anche se lo Stato continua ad avere voce in capitolo sulle linee essenziali della materia.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 novembre 2001, inoltre, ha definito i LEA, i Livelli essenziali di assistenza, una guida per i cittadini per conoscere i propri diritti in materia sanitaria. Attraverso questo decreto, entrato in vigore nel 2002, i cittadini sono a conoscenza di tutte quelle prestazioni sanitarie a cui possono accedere, gratuitamente o attraverso il pagamento del ticket. I LEA sono stati successivamente modificati da altri decreti, come quello del 23 aprile 2008.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in diritto sanitario.

Lascia un commento

Condizioni

Articoli correlati